Afghanistan, la guerra ci costa oltre 2 milioni al giorno

La guerra in Afghanistan costa all’Italia più di due milioni di euro al giorno. Il 24 gennaio la Camera si prepara a votare il diciannovesimo rifinanziamento semestrale della missione, che in settimana è costata la vita all’ennesimo soldato, l’alpino Luca Sanna, trentaseiesima vittima italiana di un conflitto mai messo in discussione dal Parlamento, pronto ancora una volta a sostenerne il costo. Per i 181 giorni di campagna militare prevista per il primo semestre 2011, la spesa complessiva supera i 410 milioni di euro, vale a dire più di 68 milioni al mese (2,26 milioni al giorno). In nove anni e mezzo, compreso quindi il rifinanziamento attualmente in esame, la “missione di pace” in Afghanistan ha risucchiato dalle esangui casse dello Stato più di 3 miliardi di euro.

Continua a leggere

Sistema Marchionne, guerra ai diritti

La firma del contratto per Pomigliano, raggiunta ieri con l’esclusione della Fiom, è fine e principio.

Fine di un percorso di alcuni mesi, in cui l’ostinazione di Sergio Marchionne ha portato all’uscita dal Contratto nazionale di riferimento, l’uscita da Confindustria, la fondazione di una Newco, l’esclusione dal tavolo non solo di un attore importante come la Fiom, ma anche di formazioni capaci e agguerrite che risiedono nel sindacalismo di base.

Continua a leggere
1 30 31 32