Non solo Trapani: Messina Denaro leader anche a Palermo?

Diciotto anni sono passati da quando il boss di Castelvetrano, Matteo Messina Denaro, si è dato alla latitanza. Attorno a lui gli inquirenti stanno cercando di fare terra bruciata e ieri vi è stata una nuova operazione che ha portato all’arresto di undici persone appartenenti alla famiglia mafiosa di Campobello di Mazara, ritenuta una delle ultime roccaforti del ricercato numero uno. Ma del leader di Cosa Nostra nessuna traccia. Eppure la inchieste dimostrano la sua presenza nel territorio a Trapani e non solo.

Continua a leggere

Attacco alla procura di Palermo

Nella mattinata di mercoledì 16 novembre, all’interno dell’ufficio della dottoressa Lia Sava, è stata ritrovata la centralina telefonica manomessa, sul pavimento sono stati rinvenuti alcuni cavi recisi, mentre i collegamenti interni sono risultati ripristinati alla meno peggio con tanto di nastro isolante. A detta dei carabinieri del Ros che indagano sul caso potrebbe trattarsi di un maldestro tentativo di installare una microspia o, nell’eventualità peggiore, dei postumi della rimozione di qualche cimice precedentemente piazzata nell’ufficio della dott.ssa Sava. Ufficio che per altro alcuni mesi fa era occupato dal pm Antonio Ingroia.

Continua a leggere

LA MEMORIA È SOVVERSIVA. E COSÌ SIA.

di Anna Petrozzi – 21 luglio 2011 La memoria è sovversiva, scriveva il dittatore Videla. Per questo dà fastidio, per questo nessun quotidiano e nessuna televisione ha riportato, commentato e nemmeno polemizzato con i “sovversivi” interventi di Salvatore Borsellino, Antonio Ingroia, Nino Di Matteo, Roberto Scarpinato, Giulietto Chiesa e Giorgio Bongiovanni al convegno: “Quinto potere, le finalità dello stragismo tra […]

Continua a leggere
1 21 22 23 24 25