Sonia Alfano: ''Familiari vittime di mafia stanno con Ingroia e Di Matteo''

Palermo. “C’è, nei confronti dei magistrati, un accanimento degno di un Paese in mano ad una giunta militare…

…quale l’Italia è in questo momento. Il Governo, e con questo i capigruppo del PdL alla Camera e al Senato, ha messo nel mirino i magistrati di Palermo e non si fermerà finchè non li avrà annientati. Noi familiari delle vittime di mafia stiamo con chi si adopera per la soluzione dei misteri che avvolgono il nostro Paese e il destino di centinaia di famiglie devastate dal cancro mafioso”.

Continua a leggere

Su Ingroia è B. che provoca

Un magistrato non dovrebbe partecipare a comizi e, tanto meno, esprimere pubblicamente opinioni politiche. È un limite alla libertà di manifestazione del pensiero garantita dall’art. 21 della Costituzione? Lo è. Ma ci sono alcune funzioni pubbliche che contengono in se stesse questa limitazion

Continua a leggere

Il rantolo dei libellisti

. In prima pagina sul Giornale capeggia la richiesta di “dimissioni” del magistrato Antonio Ingroia definito “un tribuno della plebe che arringa la folla”, colpevole di essere intervenuto ieri a Roma alla grande manifestazione in difesa della Costituzione e della scuola pubblica che ha raccolto un milione di persone in tutta Italia.

Continua a leggere
1 38 39 40