LA “RICOSTRUZIONE “ DI GAZA: ZERO CASE, MASSIMO PROFITTO PER ISRAELE

FONTE: WHOPROFITS.ORG A un anno dall’ ultimo attacco israeliano alla martoriata zona della Striscia di Gaza, migliaia di case ridotte in macerie e nessuna ricostruita. L’ultimo attacco israeliano a Gaza ha causato la morte di circa 2000 palestinesi e distrutto 17.000 abitazioni, lasciando senzatetto 110.000 persone e riducendo in macerie gran parte della Striscia. A seguito delle eclatanti violazioni delle […]

Continua a leggere

La nazione di quelli che fuggono

Ormai quelli che fuggono perché non c’è uno Stato che li vuole accogliere sulla faccia della Terra sono più di cinquanta milioni e, secondo l’ultima stima, per l’esattezza 51,2 milioni e la metà di loro sono minorenni.
Le parole usate per nominarli nel linguaggio internazionale sono gli sfollati, quelli che hanno perduto le loro case e le loro città e sono dispersi nel proprio paese; i profughi sono quelli sparsi ai quattro angoli del mondo;

Continua a leggere

Strage sulla sabbia di Gaza

Il corpo è nudo, anne­rito. Non c’è trac­cia di cami­cia e pan­ta­lon­cini, bru­ciati com­ple­ta­mente dal calore dell’esplosione. Sulla barella por­tata a mano dagli uomini del pronto soc­corso, giace un pic­colo cada­vere. «E’ un bam­bino, è un bam­bino, anche gli altri erano bam­bini», grida qual­cuno cor­rendo tra la folla di foto­grafi e gior­na­li­sti accorsi alla capanna in fiamme sulla spiag­gia di Gaza city

Continua a leggere
1 2 3 4