La mafia e i poteri forti a Catania. E non solo

Intervista a tutto campo con il procuratore Carmelo Zuccaro di Giorgio Bongiovanni e Aaron Pettinari “La ‘costruzione’ della falsa collaborazione dello Scarantino” come “espressione di gravi scorrettezze poste in essere da taluni investigatori per ottenere con mezzi illeciti dei risultati immediati nell’individuazione di alcuni dei responsabili della strage di via d’Amelio” e l’impossibilità di attribuire al pm Nino Di Matteo […]

Continua a leggere

Capaci bis: i pentiti parlano dell’esplosivo T4

di Francesca Mondin “Alla fine del ’91 arrivarono dall’ex Jugoslavia delle armi e dell’esplosivo a Catania, il carico fu diviso tra il gruppo di Catania e i Malpassotu, i Santapaola lo dovevano mandare ai corleonesi, seppi poi che erano arrivati anche due telecomandi a distanza” il tutto prima della strage di Capaci. A dirlo è il pentito Filippo Malvagna, nipote […]

Continua a leggere

Assegnate uno spazio all’orchestra Falcone e Borsellino

Catania, una città affascinante, piena di contraddizioni, difficilissima per molti versi. Oggi naviga in mezzo a tutte le difficoltà, emblematiche del Sud Italia. Eppure si è sempre distinta per la creatività e spirito d´iniziativa dei suoi cittadini. Essa non ha solo una vocazione commerciale, come si crede, ma soprattutto “artistica”. I catanesi adorano la prosa e la musica. Non deve, quindi, sorprendere che proprio qui, sia nato un esempio unico in Italia, la Fondazione “La città invisibile, una scuola di vita e un’orchestra per salvare i bambini con la cultura”

Continua a leggere
1 2