Porgi l’altra guancia

Risultati immagini per foto pianeta guere

Se dovessimo conteggiare in anni le guerre da quando l’ uomo è apparso sul pianeta, credo che supererebbero i tre quarti della sua esistenza,praticamente l’uomo è vissuto sempre in guerra, intervallata da qualche decennio di pace,che è l’esatto contrario della credenza che l’ uomo è vissuto in pace con qualche anno intervallato da guerre.

2000 anni fa un uomo chiamato Gesù venne a insegnarci di porgere l’ altra guancia con il nemico,e ad insegnarci di perdonare e di amare i nemici, quello che non abbiamo capito di queste parole è proprio la ragione per cui continuano i conflitti,posso giustificare chi non pratica la fede cristiana,ma siccome la maggioranza delle guerre è stata fatta,creata ,eseguita da popoli cristiani il controsenso è ancora più evidente.

In ogni guerra vi sono due parti che si combattono, la parte che aizza e che provoca, che sulla carta sembra quella che tenga la colpa,ma l’ altro non è meno colpevole se a quella provocazione risponde con le armi, perché se un popolo che subisce un’occupazione di un altro popolo,di un esercito, invece di rispondere con: “Ok ora vi facciamo neri e spargiamo il vostro sangue nella nostra terra”,accettasse di non sporcarsi le mani e di subire l’occupazione, le guerre non esisterebbero più.

Certo capisco che non sia facile da accettare,io son la prima che ho sempre pensato che se dovesse esserci una dittatura o se mi dichiarasse guerra un altro stato, prenderei un fucile in mano,

però nel corso degli anni mi son resa conto sopratutto in questo periodo,forse causa la vecchiaia che avanza e con la vecchiaia arriva pure la saggezza,che se io non rispondo e lascio che occupino il mio paese mettendo da parte l’ orgoglio, ecco che la guerra non avrebbe motivo nemmeno di cominciare,altrimenti quale senso avrebbero le parole di Cristo che ci ha detto porgi l’altra guancia e perdona il tuo nemico? Se non per evitare i conflitti?

Lo so è dura da digerire, ma se accadesse questo, le guerre sarebbero un ricordo del passato,e lentamente anno dopo anno tutti gli esseri umani arriverebbero a capire che non ha più senso prevaricarsi l’uno con l’altro,

Poniamo degli esempi, perché è anche l’orgoglio che fa iniziare le guerre, anzi sopratutto quello,facciamo l’esempio del popolo russo che è stato per 70 anni sotto la dittatura comunista,se i russi non si fossero assoggettati e se non avessero accettato di subire ci sarebbe stata prima o poi una carneficina,una guerra civile, alla fine la dittatura si è dissolta senza spargimenti di sangue e senza conflitti, perché era ormai giunta la sua conclusione naturale,a cosa sarebbe servito al popolo russo ammazzarsi l’un l’altro, hanno subito per anni ma hanno vinto lo stesso,pensiamo alla Spagna,hanno avuto una guerra civile disastrosa in termini di violenza e a cosa è servita? La dittatura ha fatto posto alla democrazia alla morte di Franco,se non avessero fatto quella guerra, vite umane sarebbero state risparmiate e la democrazia avrebbe vinto anche se dopo 40 anni.

Ci sono molti conflitti che potrebbero non essere mai nati,guardiamo alla ex Jugoslavia,un odio che si è riversato su quei popoli per cosa? Se avessero accettato una divisione pacifica anche subendo dei torti quel dramma non si sarebbe consumato.

Pensiamo alla serenissima repubblica Veneta,il veneto è stato occupato prima dai Francesi poi dagli Austriaci,poi dallo stato sabaudo, perché questa è la verità purtroppo,visto che molti storici stanno da anni dicendo che il referendum dell’annessione all’Italia non era del tutto legittimo, nessuno ha mai protestato,nessuno ha mai preso un fucile in mano,abbiamo subito e continuiamo a farlo perché sappiamo che sarebbe solo sangue inutile quello versato per orgoglio.

Allora significa che dobbiamo subire? Sì, perché ce lo ha insegnato Gesù Cristo che si è immolato per farcelo entrare nella zucca, se avesse voluto avrebbe potuto rivoltarsi e vincere,ma si è lasciato mettere sul patibolo perché ha voluto porgere l’altra guancia, perché ha perdonato i suoi nemici, quello che l’uomo non riesce ancora a fare.

Quindi chi subisce ma reagisce con la guerra è colpevole esattamente quanto chi lo ha aggredito per primo,è una cosa non facile da capire,che qualche anno fa nemmeno io stessa avrei approvato,ma è la semplice verità,non esistono colpevoli o innocenti in una guerra,siamo tutti colpevoli nel momento in cui rispondiamo con il fuoco invece di porgere l’altra guancia.

Qualcuno si chiederà, ma ci sono mai guerre giuste o almeno meno sbagliate? Se pensiamo alla seconda guerra mondiale direi che forse era l’unica cosa da fare perché si stava massacrando senza motivo un popolo fatto di uomini donne e bambini,si stava commettendo un genocidio di portata gigantesca,ecco in questo caso le armi sono state giustificate perché non era solo un Hitler che occupava un altro stato, ma stava massacrando persone innocenti,anche se vi è da dire che la guerra non scoppiò per salvare quel popolo ma solo perché i nazisti stavano occupando mezza Europa. Però in questo caso è stata una guerra giusta poiché non vi era solo uno stato con manie di grandezza che voleva creare un impero,ma uno stato che stava letteralmente impazzendo d’odio uccidendo persone inermi solo per disprezzo innato.

Quindi le guerre giustificate ci sono state, ma sono state così poche che si contano su due dita.

Io giustifico la rivolta,giustifico la violenza solo se serve per difendere persone,sopratutto donne e bambini inermi cui viene fatta violenza gratuita,in questo caso sono la prima ad abbracciare se l’avessi un’arma,ma mi basta anche un bel gigantesco sasso o le mani nude,ma questi sono episodi singoli,non episodi che coinvolgono uno stato,un esercito intero,quindi la difesa è ammessa per salvare un bambino,una donna,un uomo a cui stanno usando violenza.

In tutti gli altri casi,in tutti i conflitti, non ci sono colpevoli o innocenti,il colpevole diventerà innocente e l’innocente colpevole, nel momento stesso in cui si comporteranno nello stesso identico modo,,l aggressore e l’aggredito saranno davanti agli occhi di Dio colpevoli uguali, perché nessuno dei due ha voluto accettare di perdere e di porgere l’altra guancia.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 5,38-48.

Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente;
ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l’altra;
e a chi ti vuol chiamare in giudizio per toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello.
E se uno ti costringerà a fare un miglio, tu fanne con lui due.
Dà a chi ti domanda e a chi desidera da te un prestito non volgere le spalle.
Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico;
ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori,
perché siate figli del Padre vostro celeste, che fa sorgere il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti.
Infatti se amate quelli che vi amano, quale merito ne avete? Non fanno così anche i pubblicani?
E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani?
Siate voi dunque perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste.

Quando l’uomo riuscirà a far penetrare nella sua anima e nel suo cuore queste parole,quando il suo cervello le codificherà,i conflitti, le guerre, finiranno perché non si divertiranno più a combattere contro persone,popoli, che gli porgono l’altra guancia invece di difendersi,ci vorranno anni magari secoli, ma so che accadrà,altrimenti perché lui, il nostro maestro sarebbe venuto ad insegnarcelo?

In conclusione dato che oggi l’uomo si rifiuta di perdonare e applicare la pace correndo verso l’autodistruzione e la distruzione del pianeta,sarebbe giustificato un intervento della giustizia di Dio così come ha fatto a Sodoma e Gomorra ( Genesi 19,12) e nel diluvio universale (Genesi 5,29) così per rimettere tutta la creazione in equilibrio.

Bianchin Francesca

(Visited 40 times, 1 visits today)