Pacchetto di Austerità: i greci devono lavorare per € 2 netti all’ora

di Carmen GallusInvestire Oggi.

schiavigreci

di Carmen GallusInvestire Oggi.

Il Parlamento Greco ha approvato la notte di mercoledì il pacchetto di austerità con 153 voti a favore, qualcosa meno di quelli previsti.  Il Primo Ministro Greco Samaras ha dichiarato che questo sarà l’ultimo pacchetto di austerità, le ultime sofferenze inflitte ai lavoratori e ai pensionati, necessarie per salvare la Grecia ed evitare di tornare alla dracma.

Ma quali sono le misure prese? Dal Blog KeepTalkingGreeceLavorare o non lavorare? Lavorare in Grecia o emigrare all’estero? Questo è il dilemma a cui migliaia di giovani Greci al di sotto dei 25 anni dovranno rispondere prima di iniziare la loro vita professionale nel paese oberato dai debiti. Ma anche per quelli sopra i 25 anni che trovano un lavoro in tempi di austerità e disoccupazione la vita non è molto rosea.  Il nuovo pacchetto di austerità stabilisce un salario minimo di 510,95 euro lordi al mese per i dipendenti sotto i 25 anni.

In un paese dove la disoccupazione giovanile è sopra il 55%, i più fortunati che trovano un posto di lavoro si troveranno nella invidiabile posizione di guadagnare 660 € lordi al mese dopo aver lavorato per lo stesso datore di lavoro per quasi 10 anni.

Il salario minimo per quelli sotto i 25 anni prevede il 10% di aumento ogni tre anni per 3 volte. Dopo 9 anni di lavoro si guadagneranno 660 € lordi al mese.

In una posizione molto migliore e con una reale prospettiva di prosperità si trovano quelli sopra i 25 anni:

Il salario minimo è fissato a 586,08 euro lordi al mese. Essi riceveranno un 10% di aumento di stipendio ogni tre anni e fino a 3 volte. Dopo 9 anni di lavoro di quelli che oggi iniziano con il salario minimo, riceveranno761 € lordi

Il minimo di retribuzione giornaliera per i lavoratori non qualificati sarà:

Per i lavoratori sotto i 25 anni: 22,83 euro e aumenti del 5% ogni tre anni per 2 volte.Un totale di un 10% di aumento per 6 anni di lavoro per il fortunato lavoratore, con 24,83 € al giorno

Per gli addetti sopra i 25 anni: € 26,18 e aumenti del 5% ogni tre anni per 6 volte. Un totale del 30% in 18 anni di lavoro.Ciò significa che il lavoratore riceverà lo straordinario compenso giornaliero di 33,80 euro al giorno dopo 18 anni di lavoro.

I dipendenti a tempo parziale saranno beneficiati con la somma eccezionale di 255 euro al mese, che è di 2 × 100 banconote in euro o 4 × 50-euro banconote.

Per un lavoro di almeno 40 ore alla settimana:

510 €: 4 settimane = 127 euro a settimana: 40 ore = € 3,18 all’ora lordi

Non importa se uno ha un diploma universitario o di un istituto tecnico, non importa se ha un primo lavoro senza precedenti esperienze o ha lavorato per dieci anni in un campo ben conosciuto – sarà pagato con il salario minimo.

In tempi in cui i posti di lavoro sono rari come il denaro, molte persone lavorano senza assicurazione e senza sicurezza sociale, il lavoro part-time è in aumento, al fine di evitare il pagamento dei  contributi. I lavoratori part-time hanno zero possibilità di ricevere un’indennità di disoccupazione.
Un numero crescente di persone lavorano e aspettano di essere pagati per più di 6 mesi. Impossibile? In Grecia è possibile.

Come si può vivere e anche creare una famiglia con 510/580 euro al mese? Probabilmente nello stesso modo in cui lui/lei potrà avere una pensione di 200 euro dopo 40 anni di lavoro. Se ancora siamo vivi …

Nello stesso tempo, il disegno di legge prevede che il salario minimo è determinato dal Ministro del Lavoro e non tra i sindacati e le associazioni dei datori di lavoro, come in passato.

Il presente regolamento resterà valido fino a che il tasso di disoccupazione non scenderà al 10%. Attualmente, la disoccupazione è al 25% con una tendenza all’aumento.

E qui siamo orgogliosi di annunciare che i dipendenti e i lavoratori di un paese dell’UE ritornano alle tristi condizioni di lavoro del periodo pre-industriale. Abbiamo bisogno di un Charles Dickens che scriva il dramma greco moderno.

Prendendo in considerazione che i prezzi al consumo (cibo, servizi, biglietti tariffe ecc.) rimangono elevati, credo che sarà una questione di tempo perchè costruiscano case per i poveri ad Atene e in altre città in tutto il paese. A condizione che la troika lo permetta.

PS.  Quando scrivevo nel mese di febbraio 2012, che i Greci avrebbero lavorato per 2 euro l’ora, qualcuno dubitava dei miei calcoli…

lo avete nero su bianco.

Articolo originale: Greeks To Work for €2 per Hour & Earn €2.50/h after 10 Years

 ARTICOLO COMMENTO DI DEBORA BILLI:

Crisi Grecia: definitivamente cinesizzati

di Debora Billi Crisis.

Qualche settimana fa si parlava qui di come l’Europa, e la Germania in particolare, avesse in progetto di cinesizzare la Grecia, facendo dell’intero Paese una di quelle Zone Economiche Speciali di cui ha raccontato Naomi Klein. Molto diffuse in Cina, nel Sudest asiatico e in Messico (dove si chiamano maquilladoras), si tratta di aree dove i Paesi industrializzati possono far produrre le proprie merci a costo quasi zero, grazie alla schiavizzazione di chi lavora.

Qualcuno disse “Uh esagerati”, e invece ora arriva la conferma del primo passo in questa direzione: nel recente ultimo “pacchetto di austerity” riservato agli schiavi greci, si prevede un salario minimo di 589 euro LORDI mensili. Praticamente, dovrebbero campare con 350 euro al mese. Se non è cinesizzazione questa, non saprei come altro definirla. A questo si unisce la il ritorno della malaria, la gente che non ha di che scaldarsi, gli ospedali senza medicine, e scopriamo che quasi quasi si starebbe meglio nel Guangdong.

Forse sarebbe da prendere in mano la situazione e decidere noi come decrescere secondo la nostra convenienza, prima che arrivi lo straniero europeo ad imporcelo per i suoi comodi e suoi profitti.

Fonte e commenti: http://crisis.blogosfere.it/2012/11/crisi-grecia-definitivamente-cinesizzati.html.

(Visited 11 times, 1 visits today)